Vai alla Libreria Ragnoli

Biografia di Marco Vitale


Economista d’impresa, bresciano di nascita, milanese di residenza, internazionale per cultura e attività. Nato nel 1935, è sposato con Mimma, toscana, e ha due figli, Luca e Nicola. Appassionato alpinista, sciatore e viaggiatore è stato sulle o intorno alle montagne dell’Alaska (McKinley), della Cordillera Real in Bolivia (Ancohuma - Illampu), della Cina (Minya Konga, nelle Alpi del Sichuan), del Karakorum (Broad Peak), delle Ande Argentine (Fitz Roy, Cerro Torre). Ha camminato e sciato in Islanda, Patagonia, Pakistan e India. Ha percorso gran parte dell’Italia in bicicletta, «un ottimo metodo per osservare lo sviluppo dell’economiaper come è e non per come si dice che essa sia».
In Italia il suo legame forte è con le montagne del Gruppo alpino Ortles - Cevedale che, partendo dalla sua baita in Valfurva, ha percorso metro per metro, in ogni stagione e con ogni mezzo, rigorosamente esclusi i mezzi a motore. Ma ha anche girato a lungo la Sicilia di cui è profondo conoscitore, partendo dalla sua casa nelle Isole Egadi, che frequenta da 30 anni.
Nel tempo libero lasciatogli da tali attività, ha svolto anche compiti professionali di qualche rilievo in vari campi dell'economia d’impresa, dove il leit-motiv caratterizzante è sempre stato l'innovazione, le nuove frontiere, la modernizzazione dell’economia italiana.
Dirigente e giovanissimo socio dell’Arthur Andersen & Co., trascorre gli anni centrali della sua formazione, dal 1962 al 1979, nell’interno del mondo societario e professionale americano e internazionale.

Si specializza nell’analisi dei bilanci, nei problemi della pianificazione aziendale e nelle tecniche di acquisizione di aziende. Svolge attività di consulenza per primari complessi aziendali internazionali ottenendo significativi riconoscimenti professionali e vasta esperienza mondiale. In questa veste è tra i pionieri e principali protagonisti dell’introduzione e sviluppo della certificazione dei bilanci in Italia.

Nel 1979 lascia l’Arthur Andersen e fonda una propria società di consulenza di alta direzione, la Vitale-Novello & Co. S.r.l., di cui è sempre stato presidente e principale animatore. Si dedica all’innovazione culturale e organizzativa dei gruppi imprenditoriali famigliari che aiuta a evolvere come importanti gruppi internazionali, senza stravolgerne l’originaria natura famigliare.

Per alcuni di essi è, oltre che consulente, anche consigliere d’amministrazione o presidente. Tra questi: Gruppo Same-Deutz, trattori; Gruppo Recordati, farmaceutici (quotata alla Borsa di Milano); Smeg, elettrodomestici; LU-VE, scambiatori di calore; Snaidero, cucine componibili; Ermenegildo Zegna, tessile e abbigliamento; Vincenzo Zucchi, biancheria della casa (quotata alla Borsa di Milano).

Da marzo 2010 presidente del Fondo Italiano d’Investimento nelle Piccole e Medie Imprese, nato dalla collaborazione tra Tesoro, Confindustria e sistema bancario,  nomina ricevuta direttamente dal Ministero del Tesoro.

Co-fondatore e primo presidente operativo, dal 1984 al 1992, delle società del Gruppo Arca, costituito da un importante gruppo di banche popolari, è pioniere in Italia dell’attività di gestione dei fondi di investimento e del merchant banking. Nel 1986 è nominato presidente dell’Associazione delle Merchant Bank italiane (AIFI, Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital), che contribuisce a creare e che presiede per sedici anni.  è  stato vice-presidente e membro del Comitato Esecutivo della Banca Popolare di Milano (BPM) dal 2001 al 2009 ed è stato, sino al 2008, presidente di Bipiemme Gestioni SGR, società del risparmio gestito del Gruppo BPM, è consigliere della Banca Passadore.
 
Generosa è sempre stata l’attività di docenza. Ha condotto corsi molto innovativi sui valori imprenditoriali all’Università di Pavia, alla Bocconi di Milano, all’ISTAO (Istituto Adriano Olivetti) di Ancona e alla Libera Università Carlo Cattaneo di Castellanza (VA). Di quest’ultima è stato il principale ideatore, co-fondatore, animatore e vice-presidente.

Negli ultimi anni si è molto impegnato nello sviluppo dei valori e dei metodi imprenditoriali nell’amministrazione degli Enti locali e nel Mezzogiorno, dove i suoi impegni più significativi sono stati quelli di presidente del nuovo terminal container al porto di Gioia Tauro (RC), dove «ho approfittato per camminare sulle affascinanti montagne calabresi», e di consigliere della Società per lo Sviluppo dell’Imprenditoria Giovanile.

Nel marzo 1999 è stato nominato, dal Presidente del Consiglio, Commissario Unico per il coordinamento e l’utilizzo dei fondi privati per l’aiuto umanitario ai profughi del Kosovo (Missione Arcobaleno), esperienza che lo ha messo in contatto con il mondo degli operatori umanitari italiani e internazionali e gli ha permesso di istituire un fondo di microcredito con il prof. Yunus, fondatore di Grameen Bank e premio Nobel per la Pace, del quale è diventato amico.

Cattolico, liberale, studioso delle Encicliche sociali della Chiesa, si impegna anche sul fronte pubblico: presidente delle Ferrovie Nord di Milano; Assessore alle attività economiche del Comune di Milano; Commissario straordinario dell’Ospedale Maggiore-Policlinico di Milano; consulente di varie Province e Comuni nei processi di modernizzazione e privatizzazione e nello sviluppo dei loro piani territoriali e strategici. Anche in questo mondo tenta di introdurre valori e metodi professionali e manageriali, ricavandone un mare di frustrazioni, ma anche qualche significativa realizzazione.

È membro del Movimento Federalista Europeo dal 1955, del Comitato Direttivo della Fondazione Olivetti e del Consiglio della Fondazione FAI (Fondo Ambiente Italiano). È vice-presidente del Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo e presidente della Rino Snaidero Scientific Foundation.

Editorialista di importanti quotidiani e autore di numerosi scritti e libri, tra cui: La riforma delle Società per Azioni, Giuffrè, 1975; La lunga marcia verso il capitalismo democratico, Il Sole 24 Ore, 1989; Le Encicliche sociali, il rapporto tra Chiesa ed Economia, Il Sole 24 Ore, 1991; Liberare l’economia, le privatizzazioni come terapia alla crisi italiana, I grilli - Marsilio, 1993; Sviluppo e Spirito d’Impresa, Il Veltro Editrice, 2001; America, punto e a capo. Una lettura non conformista della crisi dei mercati mobiliari, Libri Scheiwiller, 2002; Fenomeno Chievo. Economia, costume, società. Una squadra di quartiere contro il calcio miliardario, Libri Scheiwiller, 2002; Il mito Alfa, Egea, 2004; Arturo Benedetti Michelangeli. La perfezione si fa musica, Castelli Bolis Poligrafiche, 2005; Lezioni di Impresa da tempi e luoghi diversi, Piccola Biblioteca di Impresa Inaz, 2008; I proverbi di Calatafimi. Antichi e modernissimi: punti di vista inusuali sui grandi temi dell’Impresa, Piccola Biblioteca di Impresa Inaz, 2008; Viaggio nell'economia campana, Ed. Giunta, 2008; Gli angeli nella città, Edizioni Studio Domenicano, 2008; E' in sostanza un problema di libertà - Vita e ideali di don Luigi Sturzo, Edizioni Studio Domenicano, 2009; Passaggio al futuro - Oltre la crisi attraverso la crisi, EGEA, 2010.


Vai alla Libreria Ragnoli

Nessun Commento