Vai alla Libreria Ragnoli

Biografia di Marco Confortola


Nel 1993 diventa Guida Alpina Internazionale e nel 1995 maestro di sci. È membro del CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico).

Nel maggio 2008 partecipa alla spedizione Share Everest 2008 durante la quale, insieme a Silvio Mondinelli e Michele Enzio, colloca sul Colle Sud dell'Everest a 8000m la stazione meteorologica più alta della Terra.

Nel luglio successivo parte per l'ascesa del K2, insieme al connazionale Roberto Manni. Il 1º agosto successivo raggiunse la vetta ma, a causa del crollo di un seracco sul collo di bottiglia, è costretto a bivaccare una notte in una buca a 8300 m con Gerard McDonnell. In quelle ore moriranno undici alpinisti, tra i quali lo stesso irlandese. L'alpinista italiano è nelle settimane successive al centro di una polemica sulla ricostruzione degli eventi, per aver iniziato il ritorno al campo 4 senza attendere McDonnell, impegnato nell'aiuto di alcuni alpinisti in difficoltà a cui lui stesso aveva partecipato, e aver raccontato una poi confutata ricostruzione degli eventi.

Confortola riesce, grazie all'aiuto di altri alpinisti sopraggiunti per salvarlo, a raggiungere il campo IV e poi il campo base, quasi tutti gli altri moriranno.

Ricoverato per i congelamenti riportati, viene sottoposto all'amputazione di tutte le dita dei piedi.

Successivamente, a ricordo della sua avventura, scrive il suo libro "giorni di ghiaccio"


Vai alla Libreria Ragnoli

Nessun Commento